News

Quanto costa un catering street food?

Ecco le domande più frequenti che ci vengono rivolte dagli utenti e le nostre risposte per aiutarti a realizzare uno street food catering perfetto – 1ª PARTE

Quanto costa un catering street food? Quanti food truck occorrono? C’è un numero minimo di persone?

Lo street food catering è un settore giovanissimo e tante persone affascinate da questa formula si trovano difronte a dubbi e incertezze senza avere amici o parenti che, avendo già fatto questa esperienza, possono indirizzarli. Abbiamo raccolto quindi le domande più frequenti che ci vengono rivolte dagli utenti e fornito risposte che potranno sicuramente essere d’aiuto.

Quanto costa un catering con food truck?

Il costo lo decidi tu. Normalmente i food truck elaborano un preventivo a persona in base al budget a disposizione del cliente: possono infatti servire un’unica portata a un prezzo base o un menu completo più costoso. Tutti i food truck richiedono però una spesa minima per servire a domicilio che dipende da molte variabili, come ad esempio la distanza dalla loro sede, il menu richiesto, la data e l’orario del servizio. È difficile individuare una cifra precisa ma si tratta sempre di budget facilmente raggiungibili in eventi con 50 o più persone.

Nel costo del menu sono incluse le spese di noleggio del mezzo e del trasporto?

Anche in questo caso dipende dal singolo food truck. Di norma gli operatori includono i costi vivi nel prezzo del menu ma molti di loro preferiscono quotare le due voci separatamente. In linea generale occorre tenere presente che un numero di coperti elevato consente al food truck di ammortizzare maggiormente i costi vivi.

Cosa prevede il menu di un catering street food?

Con un catering street food è possibile avere qualsiasi tipo di menu, dal più semplice ed economico al più articolato. Semplificando, possiamo dividere i food truck in due macrocategorie: quelli specializzati in un una o più tipicità (es. gnocco fritto, tigelle, piadine, barbecue, pizza, hamburger, panini gourmet, frittini, piatti etnici ecc) e quelli che possono realizzare menu completi, dall’antipasto al dolce. Su molti food truck sono infatti installate vere e proprie cucine professionali e a bordo si trovano chef in grado di preparare qualsiasi tipo di piatto. Molti di loro, inoltre, hanno a disposizione laboratori in cui poter fare lavorazioni anche molto complesse. Il nostro consiglio è chiedere sempre al singolo food truck quali sono le sue proposte.

Quanti food truck bisogna coinvolgere per un catering street food?

Non esiste un numero preciso ma il consiglio è di non esagerare. Come scritto sopra, oggi anche un singolo food truck è in grado di occuparsi di un menu completo e strutturarsi per servire anche un numero molto elevato di persone. Se si preferisce una formula con più food truck, ognuno con una propria specialità, occorre considerare, oltre ai costi più elevati, anche una maggiore difficoltà nel coordinare il servizio. Spesso per ovviare a quest’ultimo problema si sceglie di affidare le portate principali a un unico food truck e aggiungere altri mezzi per creare isole tematiche con aperitivo, beverage, dolci e caffetteria oppure corner con singole specialità. Se l’idea, invece, è quella di allestire dei “micro festival street food” occorre perseguire questa strada fino in fondo: nessun ordine di uscita dalle portate ma food truck che operano contemporaneamente e ospiti che si servono secondo le proprie preferenze. Attenzione però: ricorda che ogni food truck richiede una spesa minima per il servizio a domicilio. Quest’ultima soluzione è quindi possibile solo in eventi con un elevato numero di invitati o si è disposti ad accollarsi delle spese extra per coprire i costi vivi.

C’è un numero minimo di invitati?

Non esiste un numero mino di coperti ma, piuttosto, un budget minimo di spesa totale. Come detto sopra, per servire a domicilio un food truck ha bisogno di un’entrata totale minima per ammortizzare le spese vive di trasporto, personale e approvvigionamento. È possibile richiedere un catering street food anche per 20-25 invitati ma con menu di almeno 30 o 40 euro a persona.

Come faccio a sapere quante consumazioni sono state distribuite effettivamente?

Il numero di pietanze da servire viene solitamente concordato prima del servizio. Talvolta, per evitare sprechi ma non rischiare brutte figure, si preferisce definire un numero di pietanze minimo e pagare a saldo eventuali consumazioni aggiuntive solo se servite. In questo caso ci sono diverse possibilità per evitare di trovarsi difronte a un conto molto più salato del previsto: stabilire comunque un tetto massimo di portate oltre le quali fermarsi; chiedere ai food truck di proseguire nella distribuzione delle consumazioni, oltre la soglia preventivata, solo se espressamente autorizzati durante l’evento; distribuire agli invitati dei tagliandi da rilasciare ai food truck ad ogni consumazione.

Cosa succede in caso di pioggia? I food truck possono cucinare anche al chiuso? È previsto servizio al tavolo? Nella 2ª PARTE di questo articolo abbiamo risposto a tante altre vostre domande. Vai alla HOME PAGE del sito e inserisci cap e data del tuo evento nel motore di ricerca se invece desideri cercare e contattare un food truck per catering nella tua zona.

Il nostro staff è a tua disposizione

per qualsiasi domanda o richiesta di informazioni