Da Marchese, Cannoli Siciliani riempiti al momento

“Involucro croccante, ricotta di pecora sempre fresca, colorate e gustose decorazioni… non potete resistere a tutto questo?” si legge sulla pagina Facebook di Cannoli da Marchese.

Alessandro Marchese è uno degli street chef italiani più affezionati ai Festival Eatinero: lo avete incontrato a Eatinero Crema Eatinero Cremona 2015, ad Aspettando Eatinero lo scorso marzo e potrete assaggiare le sue dolci prelibatezze anche a Eatinero Cremona 2016.  E’ un giovane imprenditore/pasticcere di Termini Imerese (Palermo), che ha deciso di mettersi in gioco per vedere la sua passione prendere una nuova vita.

4

“In Sicilia facevo il pasticcere, ma per un giovane come me è difficile trovare una strada ed essere preso sul serio. La mia voglia di intraprendere la professione e crescere mi ha portato a Milano”.

Le tue radici sono fondamentali per il suo percorso. Ma perché hai deciso di specializzarsi nella produzione di cannoli siciliani? E quali caratteristiche hanno quelli proposti da te?

“La gente va matta per i cannoli. Sono un dolce famoso e apprezzato in tutta Italia. I tipici cannoli siciliani  sono fatti con una cialda croccante, una sorta di pastafrolla fritta con delle variazioni (al cacao o marsala) ma l’ingrediente irrinunciabile è la ricotta di pecora zuccherata. La diversità del sapore cambia da allevamento a allevamento. Mentre le guarnizioni sono tantissime e dipendono dalla tradizione della città ad esempio il cioccolato a Palermo, i canditi a Catania. Io ho voluto esaltare le diverse proposte e creare un nuovo modo di gustare il cannolo siciliano: i miei cannoli non tengono grassi animali, ma solo prodotti naturali, e la ricotta grazie alla sua lavorazione e preparazione è anche perfetta per chi non digerisce il latte di mucca, essendo la mia ricotta al 100% di pecora. ”

2015-04-02 09.46.162015-04-03 11.04.52Un’altra delle caratteristiche che ti rendono unico è il mezzo con cui ti muovi.

“Ho trovato su internet un fornitore siciliano che produceva e personalizzava i carretti , i tipici mezzi sui quali venivano distribuiti questi dolci. Senza questo mezzo non avrei mai potuto completare il percorso che mi avrebbe portato alla realizzazione del mio sogno. Grazie a questo carretto il cannolo viene riempito al momento ed è possibile vedere e scegliere gli ingredienti”.

19

Sarà un piacere avere in esclusiva questo giovane Marchese e vederlo creare dolci sempre diversi con il suo gioiellino.

Paola Merigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi