Bobson, il gusto di ricominciare

Nel 1990, a Settimo Milanese, piccolo comune in provincia di Milano, c’era un locale di nome Beer’n’Food: un ritrovo accogliente, dove si mangia bene, si organizzano eventi e si respira un’atmosfera familiare. È lì che nasce la storia di Bobson, il truck di Alberto e Sonia, che di quel locale erano i gestori.

truck bobson

Beer’n’Food chiude nel 2002, quando Alberto decide di cambiare settore e dedicarsi alla consulenza per grandi multinazionali. Un’esperienza che dura più di 10 anni ma non riesce a spegnere la vecchia passione per la ristorazione: una piccola fiamma che continua a bruciare e mantenersi viva. Così, nel febbraio del 2016 Alberto e Sonia decidono di rimettersi in gioco e partono per una nuova avventura all’insegna della buona cucina: nasce Bobson Food Truck.

“Bobson è l’unione di Bobo, il soprannome con cui ero conosciuto nel vecchio locale, e Sonia – spiega Alberto – ed è un Ducato coloro grigio tortora opaco, attrezzato con 4 fuochi, una cella frigo da 700 litri e tutte le attrezzature necessarie per una vera cucina. È un ritorno al passato ma con una nuova formula: più moderna e al passo coi tempi e, soprattutto, itinerante”

Un ritorno alle origini ma con una marcia in più. In questa nuova avventura, infatti, Alberto e Sonia hanno una nuova preziosissima aiutante. “Si chiama Francesca, ha 21 anni ed è nostra figlia – racconta Alberto con orgoglio di papà – studia alla Nuova Accademia delle Belle Arti e, oltre ad essere l’art director dell’azienda e ideatrice delle grafiche del mezzo, è la nostra guida durante gli eventi: è lei che prende le comande e detta i tempi sul mezzo”

panino bobson

Il Ducato di Bobson spicca subito per l’originalità tanto che viene scelto da Sky Italia per la produzione dello spot della trasmissione Top Gear Italia, guidato dallo chef Joe Bastianich, giudice di Master Chef. Ma è naturalmente l’offerta culinaria la sua vera dote. “La nostra cucina – continua Alberto – si caratterizza per l’alta qualità, ottenuta con ingredienti biologici e a km zero o filiera controllata, e per l’originalità della proposta”. Il piatto cui Bobson ha esordito nel mondo del cibo di strada sono gli Gnocchi di bosco, già celebri e ricercatissimi dai frequentatori dei festival dedicati allo street food. “È una ricetta nata per gioco, proposta con grande successo durante una cena tra amici e continuamente perfezionata fino a raggiungere la forma attuale. È realizzata con gnocchetti di patate privi di zuccheri, additivi e conservanti, saltati in un nettare di mirtilli, anche questi senza aggiunta di zuccheri e conservanti, e serviti con fonduta di Gorgonzola e frutti di bosco freschi. Per crearla mi sono ispirato alla ricetta di un risotto letta su un blog dedicato alla cucina a colori. Per il Gorgonzola ci siamo rivolti a un fornitore segnalato dal Consorzio di tutela”.

gnocchi di bosco bobson

Gli gnocchi di bosco sono sicuramente il piatto più richiesto durante gli eventi ma il menu di Bobson non si esaurisce qui. “Proponiamo anche gnocco più estivo – continua lo chef – condito con una crema di bufala, olio extravergine di oliva al basilico e pomodorini. Poi abbiamo ideato diversi panini gourmet, tra cui uno con carré di maiale alla piastra e salse fatte in casa, senza uova e aromatizzate con senape in grani, curcuma e zenzero, e un altro con crema di Gorgonzola, sempre fatta in casa, pere alla piastra e speck”. E per dessert? Un dolce da passeggio: risolatte freddo alla vaniglia servito con fragole. E siamo solo agli inizi…

Anche Bobson vi aspetta a Eatinero Cremona 2016 dal 30 settembre al 2 ottobre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi